restart

RESTART! È finalmente arrivato il 4 maggio! Da oggi parte la fase 2 (questo è il link alla pagina del Govero riservata alle domande sulla fase 2). Siete pronti?!? Bene!

RIPARTIRE CON IL PIEDE GIUSTO!

Prima di buttarci a capofitto nel lavoro, megli fare qualche riflessione, perché ogni azione intrapresa innesca una reazione e in un momento tanto atteso è possibile compiere errori strategici, anche in perfetta buona fede.

Vediamo insieme come fare per rendere questo restart ottimale e mantenere il focus sugli obiettivi strategici di medio-lungo termine.

RESTART EFFICACE IN 4 MOSSE

Ecco in sinstesi cosa dobbiamo fare e cosa invece non dobbiamo fare per ripartire serenamente e evitare problematiche che potrebbero venire a galla nel medio-lungo periodo:

  1. Definite le priorità. Pianificate! Se non lo fate probabilmente vi troverete a vivere la giornata immersi in urgenze altrui. Le conseguenze di questa situazione sono pessime, sia dal punto di vista degli stati emotivi (frustrazione, ansia e stress prenderanno il sopravvento) che per quanto riguarda la gestione della vostra attività. In sintesi dovete avere ben chiaro cosa è urgente e cosa è importante!
  2. Il tempo è importante! Giusto? Anche quello degli altri, per questo tenete presente che se non definite le priorità sarete probabilmente costretti a far saltare impegni precedentemente assunti. Con buona pace di chi aveva piacere a dedicare il suo tempo a voi. È importante il vostro restart e lo è in egual misura quello dei vostri interlocutori (clienti ma anche fornitori e partner). Avete a cuore la vostra reputazione? Si? Bene, allora proseguite al punto 3!
  3. Reputazione fa rima con comunicazione. Fate attenzione a cosa dite (o non dite) e a come lo dite. “Mi dispiace”, per esempio, è un’espressione che vede sempre la persona che lo dice al centro. “Ti chiedo scusa” mette l’altro al centro della mia comunicazione. Non è la stessa cosa! Se fate un errore, chiedete scusa, ne va della vostra reputazione. Siete proprio convinti che un’urgenza (di altri) valga di più della vostra reputazione? Quali valori comunica un’azienda che si muove su questi binari? La comunicazione è un’attivtià strategica di ogni azienda e si comunica con i fatti, non con le parole (Ti sei perso il webinar sulla Comunicazione Aziendale Strategica? Niente paura, lo puoi rivedere quando vuoi sul nostro Canale Youtube). Quale tipo di restart volete?
  4. Rispettate la regola aurea: Trattate gli altri come volete essere trattati. Prima di intraprendere un’azione, fatevi sempre questa domanda: “Se l’avessero fatto a me, come mi sarei sentito? Come avrei reagito?”.

IN CONCLUSIONE

Avere una buona pianificazione è fondamentale, così come avere un modello di business solido. Se lavorate per la maggior parte del tempo in urgenza, non state facendo il bene della vostra attività, se giustificate il vostro atteggiamento e le vostre azioni, non state facendo il bene della vostra attività e il vostro restart vi potrebbe portare brutte sorprese.

Ricordatevi che la competenza principale per essere buoni imprenditori è la responsabilità: cioè la capacità di trovare risposte e soluzioni alle situazioni che ci si trova ad affrontare.

Siamo vostra disposizione se avete bisogno di aiuto o sostegno in tema di:

  • Modello di Business
  • Pianificazione
  • Comunicazione

E Buon Restart a tutti!

Scrivi qui il tuo commento.

WhatsApp chat