Tempo

Siamo bombardati dal mattino alla sera, per tutto il tempo, in maniera continuativa da notizie allarmanti, sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista dell’economia. Quasi all’improvviso siamo stati catapultati in una realtà che non avremmo mai immaginato, e a cui non eravamo preparati.

NIENTE PANICO….OK PANICO!

Un’altra delle frasi più ripetute del periodo è “non facciamoci prendere dal panico”, certo, facile a dirsi, ma con gli ordini che non arrivano, i fatturati che scendono, le previsioni catastrofiche, i sacrifici per le attuali restrizioni…..magari non siamo presi dal panico, ma quantomeno arrabbiati sì!

E allora via con gli sproloqui, con le lamentele e le recriminazioni. Eppure…..eppure anche in questo caso chi riuscirà a ragionare a mente fredda, avrà maggiori opportunità di uscirne meglio. E poi, pensiamoci un attimo, oltre a tutti i guai che questo virus ci porterà, ci restituisce in parte una risorsa che in questi anni è sempre più contingentata: il tempo.

Tempo per sistemare quegli aspetti della nostra attività che magari scricchiolano o non sono efficaci, tempo per sviluppare finalmente quel progetto che ci entusiasma tanto ma che non siamo mai riusciti a prendere in mano seriamente perché presi dalla quotidianità, tempo per informarci, tempo per studiare.

RIENTRIARE IN POSSESSO DEL NOSTRO TEMPO: SI PUÒ FARE!

Non è facile cambiare il nostro modo di vivere quotidiano, abituati come siamo a correre, però con un po’ di autodisciplina si può fare:

  • Non stiamo sempre attaccati a news e social: se abbiamo letto tutte le notizie un’ora fa, molto probabilmente la situazione è rimasta la stessa. Piuttosto facciamoci una passeggiata all’aria aperta (nel rispetto delle attuali disposizioni).

è scientificamente provato che camminare all’aria aperta aiuta il processo creativo!

  • Controlliamo pensieri e parole: mettiamo uno “stop” alle lamentele, e quando vediamo che i nostri pensieri tendono al negativo, interveniamo: facciamo 2 passi (nel rispetto delle attuali disposizioni), beviamo un bel bicchiere di acqua fresca, prendiamoci un caffè con qualcuno di simpatico, guardiamoci una bella foto delle ultime vacanze……troviamo il modo efficace per noi per invertire la rotta.
  • Cerchiamo di sdrammatizzare, di essere ironici con buon gusto.

5 SUGGERIMENTI UTILI PER TORNARE AD ESSERE EFFICACI (E GESTIRE AL MEGLIO IL TEMPO)

E quando torniamo in possesso delle nostre facoltà mentali, mettiamoci all’opera!

Abbiamo l’opportunità e il tempo di riscoprirci e mostrarci esseri umani, con paure ed emozioni, dietro la maschera del “business”.

Chiudo citando la risposta della Dott.ssa Annalisa Malara (medico dell’ospedale lombardo che ha intuito la malattia in quello che è diventato il paziente 1), che alla domanda “Cosa insegna questa incredibile storia di coraggio scientifico?”, risponde:

Che la fortuna, se insisti, ti aiuta. Se una persona sta male, una causa c’è. Se le cure note non funzionano, devi tentare quelle che non conosci. Il Covid-19 non aveva messo in conto che l’essere umano, pur di sopravvivere, non si rassegna – La Repubblica, 6 marzo 2020

 

Scrivi qui il tuo commento.

WhatsApp chat